Info Azienda

Notizia del 26 Gennaio

Spazio aziende Area Lavoro 02/2021

ULTIME NOVITÀ

Lavoratori fragili: i primi chiarimenti
Messaggio INPS n. 171 del 15 gennaio 2021

L’INPS ha fornito i primi chiarimenti in merito all’estensione, per il periodo 1° gennaio 2021 – 28 febbraio 2021, delle tutele previste per i lavoratori cd. “fragili”, che dispongono l’equiparazione dell’assenza al ricovero ospedaliero o la facoltà di svolgere la propria prestazione in modalità agile.

Fondo nuove competenze: disponibile l’applicativo per l’invio delle domande
ANPAL, notizia 14 gennaio 2021

L’ANPAL ha reso noto che da lunedì 18 gennaio 2021 è a disposizione di aziende e datori di lavoro il servizio “Fondo nuove competenze”, che consentirà di inviare telematicamente le domande per accedere ai contributi erogati dal predetto Fondo. Tale servizio sarà raggiungibile in MyANPAL, tramite Spid, dal menu “Servizi attivi”. Le aziende potranno inviare la domanda di accesso ai contributi del FNC solo se hanno concluso gli accordi sindacali per la rimodulazione dell’orario di lavoro entro il 31 dicembre 2020.

Fondo EST: sospensioni per COVID-19 prorogate al 30 giugno 2021
Circolare Fondo EST n. 1 dell’11 gennaio 2021

Il Fondo EST ha prorogato fino al 30 giugno 2021 la copertura di tutte le prestazioni previste dal piano sanitario del Fondo stesso a sostegno di tutti i dipendenti il cui rapporto di lavoro sia stato sospeso a causa del COVID-19 per un mese intero. Nei casi in cui gli ammortizzatori sociali non abbiano coperto interamente la mensilità, il contributo, a carico dell’azienda e del dipendente se previsto, resta dovuto.

Somministrazione: invio entro il 31 gennaio della comunicazione alle rappresentanze sindacali
D.Lgs. n. 81/2015, art. 36, comma 3

I datori di lavoro che hanno impiegato, nel corso dell’anno 2020, lavoratori con contratto di somministrazione devono comunicare, entro il 31 gennaio 2021, alle RSA ovvero alla RSU o, in mancanza, agli organismi territoriali di categoria delle associazioni sindacali comparativamente più rappresentative sul piano nazionale

  • il numero dei contratti di somministrazione conclusi,
  • la loro durata, nonché
  • il numero e la qualifica dei lavoratori impiegati.

L’omissione è punibile con l’erogazione di una sanzione amministrativa da euro 250 a euro 1.250.

Lavoro intermittente e DVR
Nota INL n. 1148 del 21 dicembre 2020

L’Ispettorato nazionale del lavoro fornisce chiarimenti in merito alla possibile conversione del rapporto di lavoro intermittente in rapporto di lavoro subordinato a tempo pieno e indeterminato non solo nei casi di totale assenza del DVR ma anche qualora lo stesso, pur presente, risulti carente di una apposita sezione dedicata ai lavoratori a chiamata. Il DVR non potrà ritenersi incompleto solo in quanto privo di un dato formale quale tale specifica sezione.

MODIFICA DEL TERMINE DI ANZIANITA’ DEGLI AUTOBUS
BANDO PER IMPRESE A PREVALENTE PARTECIPAZIONE FEMMINILE