Notizie

Notizia del 30 Dicembre

BANDO PER IL SOSTEGNO A PROGETTI SVILUPPATI DA AGGREGAZIONI DI IMPRESE

La Giunta regionale del Veneto ha approvato il bando PSC FSC (ex POR FESR 1.1.4) per il sostegno di progetti di ricerca industriale e sviluppo sperimentale, attuati da aggregazioni di imprese e che devono prevedere fattiva collaborazione con gli organismi di ricerca.
I progetti dovranno essere coerenti con la Strategia di Specializzazione Intelligente del Veneto e orientati alle traiettorie di sviluppo previste dai quattro ambiti di specializzazione: Smart Agrifood, Sustainable Living,  Smart Manufacturing e Creative Industries.

Può presentare domanda di sostegno l’aggregazione di imprese composta nel numero minimo di 3 imprese.
È ammessa la partecipazione all’aggregazione delle grandi imprese in misura non superiore al 30%.
L’aggregazione deve obbligatoriamente prevedere, per l’intera durata del progetto, il coinvolgimento di almeno un organismo di ricerca con un’unità operativa attiva in Veneto nella quale sono svolte le attività di progetto.
In aggiunta al numero minimo di 3 imprese iscritte al relativo registro, possono aderire all’aggregazione
i liberi professionisti.

Il progetto deve rientrare in almeno uno dei seguenti ambiti:
• «Ricerca industriale». Ricerca pianificata o indagini critiche miranti ad acquisire nuove conoscenze e capacità, da utilizzare per sviluppare nuovi prodotti, processi o servizi o apportare un notevole miglioramento dei prodotti, processi o servizi esistenti
• «Sviluppo sperimentale». L’acquisizione, la combinazione, la strutturazione e l’utilizzo delle conoscenze e capacità esistenti di natura scientifica, tecnologica, commerciale e di altro tipo allo scopo di sviluppare prodotti, processi o servizi nuovi o migliorati.

Sono ammissibili le seguenti categorie specifiche di spesa:
• Conoscenze e brevetti
• Strumenti e attrezzature (limitatamente alle sole quote di ammortamento o al costo del noleggio e/o del leasing)
• Consulenze specialistiche e servizi esterni di carattere tecnico-scientifico
• Personale dipendente (max 50% del budget di progetto; non sono ammissibili le spese relative al personale amministrativo, contabile, commerciale, di segreteria e di magazzino e sono escluse le ore dedicate alla rendicontazione e alla diffusione o disseminazione dei risultati di progetto)
• Spese per la realizzazione di prototipi
• Spese generali supplementari e altri costi di esercizio (nella quota di costo forfettario quantificato nel 10%)
• Spese per garanzie e di costituzione dell’ATS.

E’ riconosciuto un contributo del 40% a fondo perduto alle PMI e organismi di ricerca, 20% alle grandi imprese.
Spesa minima: 150.000,00 euro.
Spesa massima: 700.000,00 euro.
Presentazione delle domande dal 25 gennaio 2022 alle ore 17.00
del 28 febbraio 2022

I nostri uffici rimangono a disposizione per maggiori informazioni e la presentazione della pratica.

LE AZIONI DI CONFARTIGIANATO DURANTE L'ULTIMO MESE DEL 2021
PROROGA DELLO STATO DI EMERGENZA AL 31 MARZO 2022