Notizie

Notizia del 9 Marzo

Emergenza "coronavirus"

Misure igienico sanitarie e documenti utili.

a) Lavarsi spesso le mani. Si raccomanda di mettere a disposizione in tutti i locali pubblici, palestre, supermercati, farmacie e altri luoghi di aggregazione, soluzioni idroalcoliche per il lavaggio delle mani;

b) Evitare il contatto ravvicinato con persone che soffrono di infezioni respiratorie acute;

c) Evitare abbracci e strette di mano;

d) Mantenimento, nei contatti sociali, di una distanza interpersonale di almeno un metro;

e) Igiene respiratoria (starnutire e/o tossire in un fazzoletto evitando il contatto delle mani con le secrezioni respiratorie);

f) Evitare l’uso promiscuo di bottiglie e bicchieri, in particolare durante l’attività sportiva;

g) Non toccarsi occhi, naso e bocca con le mani;

h) Coprirsi bocca e naso se si starnutisce o tossisce;

i) Non prendere farmaci antivirali e antibiotici, a meno che siano prescritti dal medico;

l) Pulire le superfici con disinfettanti a base di cloro o alcol;

m) Usare la mascherina solo se si sospetta di essere malati o se si presta assistenza a persone malate.

Chiarimenti per presenza lavoratori dopo il DPCM 8.3.2020 (G.U. 56/2020).

Gentile associato

L’art. 1, comma 1, lett. a) del DPCM 8.3.2020  stabilisce ad oggi fino al 3 aprile 2020 di “evitare ogni spostamento delle persone fisiche in entrata ed in uscita dai territori di cui al presente articolo (lista vedi sotto), nonché all’interno dei medesimi territori, salvo che per gli spostamenti motivati da comprovate esigenze lavorative o situazioni di necessità, ovvero spostamenti per motivi di salute. E’ consentito il rientro presso il proprio domicilio, abitazione o residenza”,
a riguardo si precisa che:

  1. per “comprovate esigenze lavorative”, deve intendersi qualsiasi esigenza di lavoro, anche di natura meramente ordinaria, così da assicurare la continuità produttiva nelle aziende;
  2. allo stesso modo, le merci in entrata ed in uscita dovranno poter continuare a circolare sia all’interno che da e per le zone* indicate nel Decreto.

Quindi, i lavoratori potranno e dovranno spostarsi dal proprio luogo di residenza – anche se posto al di fuori delle zone oggetto di restrizione- al luogo di lavoro e viceversa, giustificando, ove sottoposti a controllo da parte delle autorità competenti, con tale ragione il loro spostamento all’interno sia delle predette zone che in entrata o in uscita dalle zone* medesime.

A tale riguardo viene allegata alla presente una bozza di comunicazione che i datori di lavoro invieranno ai loro Collaboratori, richiedendo la loro regolare presenza in servizio. Tale comunicazione potrà essere spedita in qualsivoglia forma, come ad esempio, mail, whatsapp, sms, ecc., di modo tale che, se necessario, possa essere esibita dai Lavoratori in fase di eventuale controllo. Alternativamente, potrà essere esibito il badge, purché contenga i dati dell’azienda e del Lavoratore o copia in qualunque formato anche digitale (es. foto) sul telefonino dell’ultima busta paga.

Per quanto riguarda le merci, il loro trasporto è normalmente accompagnato da documentazione di viaggio che rende certa l’origine, la destinazione e pertanto è provata la connessione con comprovate esigenze lavorative.

Sempre sul trasporto, è opportuno adottare misure di prevenzione e di cautela nei confronti dei trasportatori, quali ad esempio:

  • gli autisti non possono scendere dai mezzi e siano muniti di dispositivi medici di protezione e prevenzione quali mascherine, guanti monouso, ecc.;
  • se il carico/scarico richiede la discesa dal mezzo deve essere mantenuta la distanza di sicurezza (1 metro);
  • la documentazione di trasporto sia trasmessa in via telematica.

Resta fermo che le aziende dovranno comunque assicurare la massima attenzione e promuovere e imporre il puntuale rispetto di tutte le cautele igienico sanitarie già previste dalle autorità competenti e che vi forniamo allegate alla presente per vostra utilità (all.1 DPCM ) per una loro puntuale osservazione .

Per datori di lavoro che ravvisino invece la necessità, per calo di lavoro, di programmare in questo periodo la fruizione di ferie e/o di attivare ammortizzatori sociali quali FSBA,CIGO,FIS vi invitiamo a contattare subito gli uffici paghe/area lavoro della nostra associazione provinciale.

Con riserva di comunicare tempestivamente eventuali aggiornamenti si rimane ovviamente sempre a disposizione per ogni chiarimento *zone : Treviso, Venezia, Padova, Lombardia, Modena, Parma, Piacenza, Reggio nell’Emilia, Rimini, Pesaro e Urbino, Alessandria, Asti, Novara, Verbano-Cusio-Ossola, Vercelli.

Spazio Aziende Area Fiscale 03/2020
Spazio Aziende Area Lavoro 03/2020